Patch test

Richiedi un appuntamento

Lasciami i tuoi dati per essere ricontattato oppure
CHIAMAMI al 327.2861883

Cosa sono i patch test?

I patch test rappresentano le prove diagnostiche elettive nelle dermatiti da contatto.

Il materiale allergenico viene deposto su un dischetto di cellulosa del diametro di un centimetro e questo supporto viene applicato sulla cute del dorso con un cerotto di polietilene. La lettura dei risultati del test deve essere effettuata dopo 48/72 ore dalla loro applicazione. Le reazioni positive sono reazioni di tipo eczematiforme, vescicolare, con comparsa sulla superficie cutanea di applicazione dell’allergene, di eritema e pomfo. Il test viene effettuato con 30 allergeni tra cui i più importanti sono: nichel, cromo, cobalto, parafenildiamina, balsamo del peru, formaldeide, disperso giallo, disperso rosso, resina epossidica, tiurami, profumi.

In particolare, oltre che nella bigiotteria, nelle creme e nei detersivi, il nichel si trova negli alimenti e può essere responsabile pertanto di disturbi gastrointestinali come pancia gonfia, coliche intestinali, stipsi.

In questi pazienti, una volta fatta diagnosi di allergia al nichel, si fanno evitare per 4 settimane tutti gli alimenti che contengono nichel e poi gradualmente si reintroducono, iniziando a inserire gli alimenti con poco nichel.

Se i disturbi gastrointestinali sono dovuti all’allergia al nichel, nelle quattro settimane di dieta il paziente troverà un netto miglioramento di tutti i disturbi gastrointestinali.

Richiedi un appuntamento

Richiedi un appuntamento

Lasciami i tuoi dati per essere ricontattato oppure CHIAMAMI al 327.2861883